Una matrice di correlazione è una tabella che indica i coefficienti di connessione tra i fattori. Ogni cella della tabella mostra la connessione tra i due fattori. Una griglia di connessione viene utilizzata per delineare le informazioni, come contributo ad un’indagine più approfondita e come indicazione per esami all’avanguardia.

Le scelte chiave da fare durante la realizzazione di una rete di relazioni includono la decisione della misurazione della connessione, la codifica dei fattori, il trattamento delle informazioni mancanti e l’introduzione.

Un caso di rete di collegamento

Di solito, un quadro relazionale è “quadrato”, con fattori simili che compaiono nelle linee e nelle sezioni. Ho indicato un modello sottostante. Questo mostra le relazioni tra il significato espresso di cose diverse per gli individui. La linea di 1,00s che va dall’alto a sinistra alla base a destra è l’inclinazione primaria, che mostra che ogni fattore in ogni caso si collega superbamente con se stesso. Questa rete è bilanciata, con una connessione simile che è apparsa sopra il principio inclinato essendo una perfetta rappresentazione di quelli sotto l’angolo primario ad angolo.

Applicazioni di una matrice di correlazione

Ci sono tre grandi ragioni per calcolare una matrice di correlazione

Per raccogliere un sacco di informazioni dove l’obiettivo è quello di vedere i disegni. Nel nostro modello, l’esempio rilevabile è che ognuno dei fattori si relaziona eccezionalmente con l’altro.

Per includere diverse indagini. Ad esempio, gli individui utilizzano regolarmente le griglie di connessione come contributo per l’esame esplorativo del fattore, l’indagine del fattore corroborante, i modelli di condizioni ausiliarie e la ricaduta diritta quando si escludono le qualità mancanti in coppia.

Come indicativo durante il controllo di diversi esami. Ad esempio, in caso di recidiva diretta, un’alta misura di relazioni propone che le valutazioni della recidiva diretta siano di carattere temperamentale.

Misurazione della relazione

La maggior parte dei quadri di relazione utilizzano il collegamento al minuto dell’elemento di Pearson (r). È inoltre fondamentale utilizzare la relazione di Spearman e il Tau-b di Kendall. Entrambi sono connessioni non parametriche e meno vulnerabili alle eccezioni rispetto a r.

Codifica dei fattori

Nella remota possibilità che anche voi possiate avere informazioni da una panoramica, dovrete scegliere come codificare le informazioni prima di elaborare le connessioni. Ad esempio, se agli intervistati sono state date decisioni di Firmly Devate, Fairly Dissent, Nither Concur nor Dissent, In una certa misura Concur, ed enfaticamente Concur, si potrebbero assegnare codici di 1, 2, 3, 4, e 5, separatamente (o, numericamente proporzionati dal punto di vista della relazione, punteggi di – 2, – 1, 1, 0, 1, e 2). Sia come sia, sono ipotizzabili codifiche diverse, per esempio, – 4, – 1, 1, 0, 1, 1, 4. I cambiamenti nelle codifiche avranno, in generale, poco impatto, a parte quando sono oltraggiose.

Trattamento delle qualità mancanti

Le informazioni che utilizziamo per elaborare le connessioni contengono spesso delle qualità mancanti. Ciò può essere dovuto al fatto che non abbiamo raccolto queste informazioni o che non abbiamo la più pallida idea delle reazioni. Esistono diverse procedure per gestire le stime mancanti nell’elaborazione delle griglie di connessione. Una buona pratica è per lo più quella di utilizzare numerose attribuzioni. Ciononostante, gli individui usano di solito le qualità mancanti a coppie (alcune delle quali sono note come connessioni incomplete). Ciò include il calcolo della relazione utilizzando tutte le informazioni non mancanti per i due fattori. D’altra parte, alcuni usano la cancellazione a caso, altrimenti chiamata cancellazione a caso, che usa solo le percezioni senza informazioni mancanti. Sia la cancellazione a coppie che quella a caso accettano che l’informazione sia totalmente mancante o irregolare. Questa è la ragione per cui le varie attribuzioni sono comunemente la scelta migliore.

Introduzione

Durante l’introduzione di una rete di relazioni, dovrete considerare diverse alternative, tra cui:

Indipendentemente dal fatto se mostrare l’intera griglia, come sopra o semplicemente i bit non in eccesso, come sotto (apparentemente le qualità 1.00 nell’inclinazione fondamentale dovrebbero essere ugualmente espulse).

Istruzioni per organizzare i numeri (per esempio, la pratica migliore è quella di evacuare gli 0 prima delle macchie decimali e di regolare i numeri, come sopra, ma questo può essere difficile da fare nella maggior parte della programmazione).

Indipendentemente dal fatto che si voglia o meno mostrare un’importanza misurabile (ad es. ombreggiando le celle di codifica in rosso).

Indipendentemente dal codice di ombreggiatura le qualità che consentono le intuizioni di connessione (come dimostrato di seguito).

Lavorare di nuovo le linee e i segmenti per rendere più chiaro il design.