Ci sono due errori che, una volta che si sta imparando a testare le ipotesi, sono sempre dietro la testa: i falsi positivi e i falsi negativi, tecnicamente indicati rispettivamente come errore di tipo I e errore di tipo II.

All’inizio non ero un grande fan dei concetti, non riuscivo a capire come potessero essere minimamente utili. Nel corso degli anni, però, ho cominciato a cambiare idea. Più capivo e incontravo questi errori, più essi cominciavano ad eccitarmi e ad interessarmi. Vedere le loro applicazioni e i loro usi reali mi ha aiutato a passare da studente disinteressato a insegnante entusiasta.

Avete presente quegli insegnanti che menzionano freneticamente un argomento che nessuno capisce o vuole capire? Sì, sono io adesso! Ed è fantastico, quindi vorrei portarti al mio livello di piacere con questo testo mostrandoti come questi due errori hanno implicazioni pratiche in diversi e interessanti contesti della vita reale. Poi si spera che, dopo averlo letto, non vedrete l’ora di informare i vostri cari su falsi positivi e falsi negativi. Fortunati loro!

Esclamativo: questo testo non è qui per mostrarvi come differenziare i 2. Se volete capire come farlo, ho fatto un video esplicativo sull’argomento.

Fare errori il tuo amico.

Quale errore diresti che è più grave?

Un falso positivo (errore di tipo I) – una volta rifiutata una vera ipotesi nulla – o un falso negativo (errore di tipo II) – una volta accettata una falsa ipotesi nulla?

Ho letto in molti posti che la soluzione alla presente domanda è: un falso positivo. Non credo che questo sia vero al 100%.

L’approccio scientifico corretto è quello di fare un’ipotesi nulla durante un modo che crea si sta cercando di respingerla, dando a me il risultato positivo. Quindi, diciamo che vorrei verificare se questo particolare articolo sta dando risultati migliori di quelli tipici degli articoli opposti che ho pubblicato.

Tenendo presente questo, l’ipotesi nulla che potrò scegliere è:

“Il numero di volte che il mio articolo viene letto sarà inferiore o adeguato alla quantità di articoli comparabili che ho pubblicato”.

Se respingo l’ipotesi nulla, questo suggerisce una tra due cose.

1. Questo testo è stato eseguito al di sopra della media – Grande! Ecco il mio risultato positivo.

2. 2. Ho anche fatto un tipo di errore. Ho respinto un’ipotesi nulla che era vera. Il mio test ha dimostrato che mi sono comportato al di sopra della media, ma in realtà non è così. Ho ottenuto un falso positivo.

Sì, qui il mio falso positivo presenta un cattivo risultato, potrei inevitabilmente pensare che il mio articolo sia migliore del suo e da allora in poi scrivere tutti i miei articoli all’interno dello stesso stile, alla fine danneggiando il mio traffico sul blog. questo potrebbe influenzare la mia carriera e la mia autostima in modo negativo.

E il falso negativo?

Questo si verificherebbe se, diciamo che questo testo è stato un capolavoro della scrittura di blog, ma il mio test ha dimostrato che non è nemmeno mediocre. Naturalmente, potrò non pianificare di scrivere articoli durante questo stile a breve. Tuttavia, sono una persona motivata che impara dai suoi “errori”, per cui invece di provare tecniche diverse e potenzialmente creare scritti ancora migliori.

Questo non è il risultato più semplice, avrò perso un’occasione, ma non è in alcun modo così devastante perché il falso positivo.

Ora, questo è spesso un caso in cui la situazione peggiore è che il falso positivo, tuttavia, un fatto importante è che ho dichiarato l’ipotesi nulla durante un modo specifico. Se avessi scambiato le ipotesi nulle e alternative, anche gli errori sarebbero stati scambiati.

Lasciate che ve lo mostri.

La mia nuova ipotesi nulla:

“Il numero di volte che il mio articolo viene letto sarà pari al numero di articoli comparabili che ho pubblicato”.

In una situazione di falso positivo, potrei rifiutare un’ipotesi nulla che sia vera. Così, il test dimostrerebbe che il mio capolavoro è davvero mediocre o peggio. Ricordate questa frase? Era il falso negativo dell’esempio precedente.

Questo dimostra che i 2 errori sono intercambiabili. Quindi, è tutta una questione di pianificazione del tuo studio; cambierai le cose per aiutarti ad evitare il problema più grande.

Trovare il positivo nel… positivo.

Quando si fa domanda di lavoro nell’industria della scienza dei dati, si pone sempre una domanda di intervista:

“Potete fornire esempi di situazioni in cui un falso positivo presenta un risultato migliore di un falso negativo? (e viceversa)

Naturalmente, si utilizzerà l’esempio di cui sopra, tuttavia, alcuni accademici non desiderano particolarmente sentire il pensiero di scambiare le ipotesi. Volevo solo dimostrare in qualche modo che non tutto è così bianco e nero quando si tratta di questa idea.

In più, ho anche molti altri esempi per voi, che potete semplicemente stendere sul vostro potenziale datore di lavoro e mostrare loro che sapete davvero il fatto vostro. Li conquisterai in un batter d’occhio!

Questi esempi hanno delle ipotesi che non possono essere cambiate grazie alla scienza o alla legge (vedi, non così in bianco e nero). Ci danno però situazioni in cui avere un falso negativo non è il perfetto. Certo, siamo ancora un po’ ribelli, ma farlo all’interno della scienza e della legge, quindi, chi può fermarci!

Al bambino o al non bambino?

Quando si fa un test di gravidanza, si chiede: “Sono incinta?”

Nel test di ipotesi, invece, hai la tua ipotesi nulla:

“Non sono incinta”

Rifiutare l’ipotesi ti dà un “+” Congratulazioni! Sei incinta!

Accettare l’ipotesi ti dà un ‘-‘ Scusate, la prossima volta andrà meglio!

La biologia determina questa ipotesi, quindi temo che non si possa cambiare. Anche se i test possono non funzionare correttamente e si verificano falsi positivi; in questo caso, un falso positivo sarebbe quel piccolo ‘+’ una volta che sei, in realtà non sei incinta. Un falso negativo, naturalmente, sarebbe il “-” quando hai un bambino che cresce dentro di te.

Questo è un esempio onesto, perché la situazione superiore è completamente legata alla vostra situazione!

Immaginate che qualcuno abbia provato per un bambino per un lungo periodo di tempo e poi per qualche miracolo il suo biotest risulti positivo. Si preparano mentalmente ad avere un bambino e dopo un breve periodo di estasi, in qualche modo, determinano di non essere, in realtà, incinta!

È un risultato terribile!

Un falso negativo per una persona che non ha davvero bisogno di un bambino, non è pronta per un bambino e quando si assicura con un risultato negativo, procede a bere e il fumo sono spesso incredibilmente dannosi per lei, la sua famiglia e il suo bambino.

Scambiando queste situazioni di donne, però, si ottengono risultati che, pur non essendo ideali, sono di gran lunga migliori.

Tempo di curiosità!

I test di gravidanza sono avanzati per attenuare le probabilità di un falso negativo. Questo migliora il test, perché se da un lato è improbabile che tu vada semplicemente dal medico per verificare un risultato negativo, dall’altro potrebbe essere sensato con un risultato positivo. Ci sono diverse ragioni mediche per sollecitare un falso positivo, ma i falsi negativi appaiono solo grazie a un’esecuzione errata del test.

Test per l’AIDS

Ecco un esempio più chiaro.

Immaginate un paziente che si sottopone a un test HIV.

L’ipotesi nulla è:

“Il paziente non ha il virus HIV”.

Le conseguenze di un falso positivo sarebbero inizialmente strazianti per il paziente; possedere per influire sul trauma di affrontare questa notizia e dirlo alla propria famiglia e ai propri amici non è una situazione che si augura a nessuno, ma dopo essere andati a curarsi, i medici stabiliranno che non ha il virus. Anche in questo caso, non può essere un’esperienza molto piacevole. Ma non avere l’HIV è in definitiva una cosa onesta.

Al contrario, un falso negativo significherebbe che il paziente ha l’HIV, ma il test mostra un risultato negativo. Le implicazioni di questo sono terrificanti, il paziente si perderebbe trattamenti cruciali e correrebbe un alto rischio di diffondere il virus ad altri.

Senza dubbio, il falso negativo qui è che il problema più grande. Sia per la persona che per la società.

Curiosità:

Molti medici chiamano i risultati dell’AIDS “reattivi”, invece che positivi, a causa dei falsi positivi. Prima che un paziente sia definitivamente dichiarato sieropositivo, vengono fatti una serie di test. Non tutti sono supportati da un unico campione di sangue.

Positivo, fino a prova contraria

In molti paesi, la legge afferma che un sospetto durante un procedimento penale lo è: “Innocente fino a prova contraria”.

Questo deriva dal latino

Ei incumbit probatio, qui dicit, non qui negat; cum per rerum naturam factum negantis probatio nulla sit”.

Che si traduce in: “La prova sta in colui che afferma, non in colui che nega; poiché, per il carattere delle cose, chi nega un fatto non può produrre alcuna prova”.

Pertanto, l’ipotesi nulla è:

“Il sospetto è innocente.”

Quindi solo abbastanza, un falso positivo finirebbe per far dichiarare colpevole un innocente, mentre un falso negativo produrrebbe un verdetto innocente per un colpevole.

Se le prove sono scarse, accettare l’ipotesi nulla è molto più probabile che si verifichi piuttosto che rifiutarla. Quindi, se la legge fosse che l’indagato è “Colpevole fino a prova contraria”, con l’ipotesi “L’indagato è colpevole”, accettare l’ipotesi nulla quando è falsa finirebbe con l’imprigionare molti innocenti.

Quindi, proteggere un innocente al pericolo di lasciare (forse) liberi cinque colpevoli sembra utile per diverse persone.

Con la legge così com’è, il consenso generale è che il falso positivo sarebbe il problema più grande. il pensiero di mettere un autore innocente in prigione è sconvolgente, in quanto dimostrare che è innocente una volta condannato non è semplice. Mentre un falso negativo finirebbe con la scarcerazione di un colpevole, potrebbe ritrovarsi con un caso che viene riaperto o, se la persona può essere un criminale seriale, sarà comunque condannato in un secondo momento.

Curiosità:

Fino a poco tempo fa il Messico usava il sistema “colpevole a meno che non sia provato che è innocente”. Di conseguenza, i giudici non aprirebbero nemmeno la maggior parte dei casi penali, perché potrebbero temere di mettere troppi innocenti in prigione. Dal 2008, il sistema di giustizia penale messicano sta passando al sistema “innocente, a meno che non sia provato che è colpevole”.

Ogni tuo respiro, ti terrò d’occhio.

I test dell’etilometro sono una seccatura necessaria. Nessuno vuole essere fermato per un test dell’alcolemia, d’altra parte nessuno vuole essere ucciso da un guidatore ubriaco. Altalene e giostre.

L’ipotesi nulla: “Sei sotto il limite di alcolemia”.

Anche in questo caso, solo abbastanza, un falso positivo dimostrerebbe che si è semplicemente oltre il limite una volta che non si è nemmeno toccato una bevanda alcolica. Un falso negativo ti registrerebbe come sobrio una volta che sei ubriaco, o un minimo di superamento del limite.

Entrambi i problemi si verificano grazie a diversi fattori che influenzano i campioni di alcool nell’alito. Per contrastare il problema dei falsi positivi (perdita della patente, multe o carcere), la legge stabilisce che si può fornire un campione di sangue o di urina per provare la propria innocenza (se lo sono, cioè).

Con questo in mente, un falso negativo è chiaramente il problema più grande. Permettere a chi guida in stato di ebbrezza di continuare a guidare pur essendo sobrio è chiaramente pericoloso per loro e per tutti quelli che li circondano. Anche se perdere un paio d’ore della propria giornata può essere un piccolo prezzo da pagare se aiuta a tenere più persone oltre il limite, fuori strada.

Curiosità:

Livelli di alcolici comuni a cui gli individui sono considerati legalmente compromessi per il golf vanno dallo 0,00% allo 0,08%. i principali punti di riferimento comuni in tutto il mondo sono lo 0,00%, indicato anche come l’intolleranza , e lo 0,05%. Il limite è che il più alto all’interno delle Isole Cayman , che si attesta allo 0,1%. Questo non implica una migliore tolleranza alla guida in stato di ebbrezza, quindi prima di mettersi in strada dopo una bottiglia di Jack Daniels, si ricordi che la polizia locale fa davvero rispettare le leggi con controlli frequenti.

Le cianfrusaglie di una persona sono il tesoro di un’altra.

L’ultima cosa di cui vorrei parlare sono le email di SPAM.

Molti siti web vi diranno qualcosa del genere: “Per favore, controllate la vostra cartella SPAM. l’e-mail che vi abbiamo appena inviato si trova lì”.

I provider di posta elettronica utilizzano sempre più spesso algoritmi di elaborazione dati per filtrare lo SPAM da ciò che si vuole. questo è spesso un argomento che merita un pezzo di scrittura a sé stante. Tuttavia, si parla di cose quando le e-mail vengono smarrite.

Sono rimasto sbalordito quando, alcune settimane fa, ho inviato un’e-mail a mia sorella e il suo provider di posta elettronica l’ha contrassegnata come SPAM! Come osano! l’unica spiegazione che mi è venuta in mente è che ho usato la mia casella di posta personale per inviare un’e-mail all’indirizzo e-mail aziendale di mia sorella. Quindi, l’algoritmo non vedeva alcuna prova che la mia e-mail sarebbe stata desiderata da mia sorella (forse sa qualcosa che io non so…). Pertanto, ha accettato l’ipotesi nulla:

“Questa e-mail è SPAM”.

Se l’algoritmo rifiuta l’ipotesi di nullità, l’e-mail passa attraverso. Un falso positivo significherebbe che la tua casella di posta elettronica avrebbe la strana e-mail dei principi nigeriani che vogliono sposarti, o dei parenti persi da tempo che posano per le tue coordinate bancarie, in modo che possano inviarti la massiccia eredità del gatto della figlia adottiva del cugino della tua bisnonna.

Un falso negativo potrebbe essere il problema più grande. Perderete una richiesta di partecipazione a un colloquio o le vacanze scattate da vostro fratello, semplicemente perché sono andate perse nella copiosa quantità di SPAM – che avete semplicemente sfogliato con poco entusiasmo prima di cancellarle.

Questo è dovuto alle preferenze personali, tuttavia, alcune persone sono così infuriate per la notifica di un messaggio sul loro telefono, solo per accertarsi di un’e-mail inutile, che alcune e-mail personali fuori luogo sono un piccolo prezzo da pagare.

Curiosità:

Oltre il 95% delle richieste di amicizia che inoltri a Facebook sono accettate, in quanto raggiungi sempre persone piegate che riconosci. questo spesso non è vero per gli account SPAM e questo è uno dei modi in cui Facebook li rileva. Tuttavia, recentemente i bot hanno adottato una tecnica in cui fingono di essere femmine attraenti e si specializzano negli utenti maschi come vittime. Poiché gli utenti maschi, in media, accettano questi inviti di amici, ci vuole molto più tempo per individuare i bot.

Questi sono pochi esempi comuni di una volta che si possono avere falsi positivi e falsi negativi. Come vedrete, l’errore che è preferibile dipende davvero dalle cose in sé, dalla vostra preferenza personale o da come è stato progettato lo studio (e che si può semplicemente cambiare l’ipotesi, se necessario). Quindi, spero che non seguirete l’ipotesi generale che i falsi positivi finiscono in problemi più grandi e sono ora meglio attrezzati per fornire esempi solidi a sostegno.