Tipi di grafici

Ci sono alcuni tipi unici di diagrammi e grafici. I quattro più regolari sono presumibilmente diagrammi a linee, presentazioni strutturate e istogrammi, diagrammi a torta e grafici cartesiani. Sono comunemente utilizzati per, e meglio per, cose molto varie.

Si potrebbero utilizzare:

Grafici a barre per mostrare i numeri che sono liberi l’uno dall’altro. Le informazioni del modello possono incorporare cose come il numero di individui che hanno favorito ogni uno di takeaway cinese, takeaway indiano, e bastoncini di pesce e patatine fritte.

Schemi a torta per indicare come un intero è separato in varie parti. Potrebbe essere necessario, per esempio, mostrare come un limite di spesa è stato speso per varie cose in un anno specifico.

I grafici a linee indicano come i numeri sono cambiati dopo un certo tempo. Vengono utilizzati quando si dispone di informazioni associate e per mostrare i modelli, ad esempio, la normale temperatura serale in ogni lungo periodo dell’anno.

I grafici cartesiani hanno dei numeri sui due tomahawk, che in questo modo permettono di mostrare come i cambiamenti in una singola cosa ne influenzano un’altra. Questi sono generalmente utilizzati in aritmetica, e soprattutto in Algebra.

Assi

Le carte hanno due assi, le linee che inciampano nella base e sul lato. La linea lungo la base è nota come il pari o x-hub, e la linea su per il lato è nota come l’asse verticale o y.

L’asse x può contenere classificazioni o numeri. La si legge dalla base a sinistra del diagramma.

L’asse delle x contiene per la maggior parte numeri, sempre a partire dalla base a sinistra del diagramma.

I numeri sull’asse y per la maggior parte, ma non in generale, partono da 0 nella base sinistra del grafico e si spostano verso l’alto. Normalmente i tomahawk di un diagramma sono contrassegnati per dimostrare il tipo di informazioni che appaiono.

Fate attenzione ai diagrammi in cui l’asse y non inizia a 0, perché potrebbero tentare di ingannarvi sulle informazioni che appaiono (e c’è progressivamente a questo proposito nella nostra pagina, Everyday Mathematics).

Grafici a barre e istogrammi

I grafici a barre, in generale, hanno classi sull’asse delle x e numeri sull’asse delle y. Ciò implica che è possibile guardare i numeri tra le classificazioni modificate. Le classificazioni dovrebbero essere autonome, cioè i cambiamenti in una di esse non influenzano le altre.

Ecco un riassunto di “alcune informazioni” in una tabella informativa:

Some Data
Category 1 4.1
Category 2 2.5
Category 3 3.5
Category 4 4.7

Si vede subito che questo grafico fornisce un’immagine chiara di quale categoria è più grande e quale è più piccola.

Il diagramma può essere utilizzato anche per esaminare i dati relativi al numero di persone in ogni classificazione, senza alludere alla tabella delle informazioni, che potrebbe essere fornita con ogni grafico che si vede.

Tutto sommato, è possibile disegnare grafici visivi con le barre sia a livello che verticali, poiché non ha alcun effetto. Le barre non entrano in contatto.

Un istogramma è un particolare tipo di grafico a barre, in cui le classificazioni sono ambiti di numeri. Gli istogrammi in questo modo mostrano un’informazione costante unita.

Pittogrammi

Un pittogramma è una sorta di straordinario grafico visivo. Piuttosto che utilizzare un hub con i numeri, utilizza le immagini per parlare a un numero specifico di cose. Per esempio, si potrebbe utilizzare un pittogramma per le informazioni di cui sopra sulle età, con l’immagine di un individuo per mostrare il numero di individui in ogni classificazione:

Grafici a torta

Il contorno di una torta assomiglia ad un cerchio (o ad una torta) tagliato in frammenti. I grafici a torta sono utilizzati per mostrare come l’intero si separa in parti.

Cifre trimestrali di vendita 1° trimestre 2° trimestre 3° trimestre 3° trimestre 4° trimestre

8.2 3.2 1.4 1.2

Dal profilo a torta si vede subito che le operazioni del primo trimestre sono state molto più grandi di tutte le altre: oltre la metà delle operazioni complete annuali.

Il secondo trimestre è stato immediato, con circa un quarto delle offerte.

Senza scoprire molto altro su questo business, si può essere preoccupati per il modo in cui questo business sembrava essere diminuito nel corso dell’anno.

I contorni a torta, per niente simili ai diagrammi di riferimento, mostrano informazioni subordinate.

Le offerte di tutto l’anno devono essere avvenute in alcuni trimestri. Nella remota possibilità che le cifre siano sbagliate, e che il primo trimestre debba essere più piccolo, uno dei diversi trimestri vedrà l’aggiunta di offerte per la riparazione, accettando che non si sia commesso un errore con l’aggregato.

I grafici a torta mostrano i tassi di un intero – il vostro assoluto è lungo queste linee al 100% e le parti del contorno della torta sono relativamente misurate per parlare al livello dell’aggregato. Per ulteriori informazioni sui tassi vedere la nostra pagina: Introduzione alle percentuali.

In genere non è corretto utilizzare i contorni a torta per più di 5 o 6 classi distinte. I cumuli di sezioni sono difficili da immaginare e tali informazioni potrebbero essere meglio mostrate su una sorta di diagramma o grafico alternativo.

Grafici a linee

I diagrammi di linea sono generalmente utilizzati per mostrare le informazioni subordinate, e soprattutto le inclinazioni dopo un certo tempo.

I diagrammi a linee delineano un punto un incentivo per ogni classificazione, che è partecipato in una linea. Possiamo utilizzare le informazioni del diagramma a torta anche come diagramma a linee.

Si vede molto più chiaramente che gli affari sono diminuiti rapidamente durante tutto l’anno, nonostante il fatto che l’inceppamento dei tronchi si stia stabilizzando verso la fine dell’anno. I diagrammi di linea sono particolarmente utili per riconoscere il momento in cui si è arrivati a un determinato grado di offerte, di reddito (o qualunque sia il valore di un’offerta).

Nel modello di cui sopra, supponiamo di dover sapere durante quale trimestre le offerte sono scese sotto il 5. Possiamo tracciare una linea opposta al 5 sul perno a y (linea rossa sul modello), e vedere che è stato durante il 2° trimestre.

Grafici cartesiani

I diagrammi cartesiani sono ciò che i matematici intendono veramente quando parlano di diagrammi. Guardano a due ordini di numeri, uno dei quali è tracciato sull’asse delle x e uno sull’asse delle y. I numeri possono essere composti come direzioni cartesiane, che assomigliano a (x,y), dove x è il numero preso in considerazione dall’asse delle x, e y il numero dell’asse delle y