Coursera Learner working on a presentation with Coursera logo and
Coursera Learner working on a presentation with Coursera logo and

I punti Z sono espressi in termini di deviazioni standard rispetto ai loro mezzi. Di conseguenza, questi z-score hanno una distribuzione con una media di 0 e una deviazione standard di 1. La formula per il calcolo del punteggio standard è riportata di seguito:

Come mostra la formula, il punteggio standard è fondamentalmente il punteggio, breve il punteggio medio, diviso per la deviazione standard. In questo modo, che ne dite di tornare alle nostre due indagini?

Quanto si è comportata bene Sarah nel suo corso di Letteratura Inglese rispetto agli altri 50 studenti?

Per rispondere a questa richiesta, possiamo ri-esprimerla come: Quale percentuale (o numero) di sottostudenti ha ottenuto un punteggio superiore a Sarah e quale percentuale (o numero) di sottostudenti ha ottenuto un punteggio inferiore a Sarah? Per cominciare, che ne dite di ripetere che Sarah ha ottenuto 70 su 100, il punteggio medio è stato di 60 e la deviazione standard è stata di 15 (vedi sotto).

Punteggio Significato Deviazione standard  
  (X) µ s
Letteratura inglese 70 60 15

In termini di z-scores, questo ci dà:

Lo z-score è di 0,67 (a 2 punti decimali), ma ora dobbiamo calcolare il tasso (o il numero) di sottostudenti che hanno ottenuto un punteggio più alto e più basso di Sarah. Per fare questo, dobbiamo alludere alla tabella standard di trasmissione ordinaria.

Questa tabella ci aiuta a identificare la probabilità che un punteggio sia maggiore o minore del nostro punteggio z-score. Per utilizzare la tabella, che è più semplice di quanto possa vedere a prima vista, iniziamo con il nostro z-score, 0,67 (se il nostro z-score avesse più di due punti decimali, per esempio, il nostro era 0,6667, lo raccoglieremmo insieme o in basso a seconda delle necessità; così, 0,6667 finirebbe per essere 0,67). Il mozzo a y nella tabella presenta le due cifre iniziali del nostro z-score e l’x-pivot il successivo punto decimale. Di conseguenza, iniziamo con l’y-hub, scoprendo 0,6, e dopo di che ci muoviamo lungo il perno x fino a trovare 0,07, prima di sfogliare finalmente il numero di raccordo; per questa situazione, 0,2514. Questo implica che la probabilità che un punteggio più degno di nota di 0,67 sia 0,2514. Nella remota possibilità di dare un’occhiata a questo dato come tasso, il punteggio è di 100; d’ora in poi 0,2514 x 100 = 25,14%. Per così dire, circa il 25% della classe ha mostrato segni di miglioramento rispetto a Sarah (circa 13 sostituti, dato che non c’è nulla del genere come componente di un sostituto!

Tornando alla nostra domanda: “Quanto si è comportata Sarah nel suo corso di Letteratura Inglese rispetto alle altre 50 sostitute?”, chiaramente possiamo vedere che Sarah ha mostrato un miglioramento rispetto a un’enorme quantità di sostitute, con il 74,86% della classe che ha ottenuto un punteggio inferiore al suo (100% – 25,14% = 74,86%). Allo stesso modo possiamo percepire quanto bene si è comportata rispetto al punteggio medio sottraendo il suo punteggio dalla media (0,5 – 0,2514 = 0,2486). Successivamente, il 24,86% dei punteggi (0,2486 x 100 = 24,86%) è risultato inferiore a quello di Sarah, ma superiore alla media. Nonostante ciò, la constatazione chiave è che il punteggio di Sarah non è stato forse il migliore. Non era nemmeno nel primo 10% dei punteggi della classe, nonostante il fatto che fin dall’inizio abbiamo potuto prevedere che avrebbe dovuto esserlo. Questo ci porta alla domanda successiva.

lingue

Weekly newsletter

No spam. Just the latest releases and tips, interesting articles, and exclusive interviews in your inbox every week.