Bokeh, altrimenti detto “Bokeh” è uno dei soggetti più noti della fotografia. La motivazione alla base della sua notorietà è il fatto che Bokeh rende le foto coinvolgenti verso l’esterno, costringendoci a concentrarci su una zona specifica dell’immagine. La parola ha origine dalla lingua giapponese, che in realtà viene interpretata come “oscura”.

Che cos’è Bokeh?

Fondamentalmente, bokeh è la natura di porzioni di immagine fuori dal centro o “nebbiosa” resa da un punto focale della fotocamera – non è semplicemente la foschia o la misura della foschia nella visione da vicino o le fondamenta di un soggetto. La foschia che si è così abituati a trovare in fotografia che isola un soggetto dalle fondamenta è la conseguenza di una “profondità di campo” poco profonda ed è comunemente chiamata “oscuramento delle fondamenta”. La qualità e la sensazione delle fondamenta/area frontale oscura e riflessa della luce, sia come sia, è la cosa che i fotografi chiamano Bokeh. Sfuggito a questo punto? Indagate la foto di accompagnamento:

Il passero di casa è al centro e aguzzo (il che implica che sia all’interno della profondità di campo), mentre le fondamenta sono fuori dal centro (il che implica che le fondamenta sono fuori dalla profondità di campo). La poca o “poco profonda” profondità di campo è la conseguenza del fatto di trovarsi generalmente vicino al soggetto, mentre si utilizza un enorme spazio vuoto. Vedete quei cerchi rotondi di varie ombreggiature nella metà sinistra dell’immagine? Sono riflessi di luce e sono rotondeggianti, poiché questo è il mezzo con cui il punto focale li ha resi. Per questa situazione, la delicata “sensazione” di quelle regioni rotonde è ciò che i fotografi chiamerebbero “grande bokeh”. Mentre alcuni fotografi sostengono che il bokeh riguarda solo la natura dei riflessi luminosi delle rotatorie, molti altri, me compreso, accettano che il bokeh riguarda la natura di tutto il territorio fuori dal centro, non semplicemente i riflessi e le caratteristiche…

Bokeh buono e Bokeh cattivo

Ricordate che bokeh è reso dal punto focale, non dalla telecamera. Diversi punti focali rendono bokeh in modo diverso a causa di un piano ottico unico nel suo genere. Per la maggior parte, la rappresentazione e lo zoom dei punti focali con enormi spazi vuoti maggiori rendono il bokeh dall’aspetto più affascinante rispetto ai meno costosi punti focali a lungo raggio dell’acquirente. Per esempio, il punto focale Nikon 85mm f/1.4D fornisce un bokeh particolarmente attraente, mentre il punto focale Nikon 18-135mm f/3.5-5.6G DX produce un bokeh scadente alla lunghezza centrale e allo spazio equivalente – il tutto a causa dei contrasti nei piani ottici dei due punti focali. Ancora una volta, non sto semplicemente parlando di oscurità delle fondamenta; tutti i punti focali sono adatti a produrre una foschia fuori dal centro, tuttavia non tutti i punti focali sono attrezzati per rendere delizioso il bokeh.

Essendo le cose come sono, cos’è un bokeh decente o meraviglioso? Un bokeh decente soddisfa i nostri occhi e la nostra impressione del quadro e, di conseguenza, l’oscurità del fondamento dovrebbe apparire delicata e “ricca”, con cerchi di luce rotondi e lisci e senza bordi duri. Ecco un caso di delizioso bokeh reso dal punto focale Nikon 85mm f/1.4D:

Concentrarsi sulle fondamenta lisce dietro il viso del ragazzo. Le zone fuori dal centro sembrano lisce e i cerchi sono rotondi e delicati, con deliziosi cambiamenti tra i territori nebbiosi. Questo è in realtà ciò che chiamereste grande bokeh!

Che ne dite di un bokeh terribile o terribile? Anche se molti individui sostengono che non c’è niente del genere come un terribile bokeh, a prescindere da ciò che io chiamo “cattivo” ciò che devia i miei occhi: aprite il più grande adattamento dell’immagine qui sopra e vedete con i vostri occhi – la natura della foschia non è affascinante per l’occhio, con i bordi taglienti dei cerchi e le linee doppie.

Forme di Bokeh

Lo stato della luce riflessa nelle zone fuori dai riflettori si basa sullo stomaco del punto focale. Numerosi punti focali più consolidati, ad esempio, Nikon 50mm f/1.4D hanno 7 spigoli dritti nello stomaco, che si traduce in ettagono modellato bokeh come questo:

Bokeh – 50mm

La maggior parte dei nuovi punti focali, attualmente accompagnano 9 bordi regolati, che rendono il bokeh rotondo (Nikon 105mm f/2.8G VR):

Bokeh – 105mm

Come ottenere un buon Bokeh

Essendo le cose come sono, come otterresti un bokeh decente nelle tue foto? Come ho già detto, bokeh si basa sul tipo di punto focale che stai utilizzando. Mentre i punti focali a lungo raggio dei clienti di fascia bassa produrranno un bokeh orrendo, i punti focali fissi (primari) e i punti focali a lungo raggio più esperti con aperture rapide produrranno un bokeh splendido. Sapete se il vostro punto focale crea un ottimo bokeh? Tentativo: enfatizzare un articolo da una separazione estremamente stretta (quanto più vicino il punto focale lo permetterà, mantenendo l’articolo al centro), assicurando che non ci siano articoli in ogni caso 5-6 piedi dietro di esso. Fate in modo di essere ad un livello simile a quello dell’articolo stesso, con l’obiettivo di non guardarlo dall’alto in basso. Cercate di non utilizzare un semplice divisorio come esperienza – cercate di individuare una base vivida, idealmente con alcune luci sopra. Un albero di Natale è una base ideale per un bokeh test. Quando localizzate una cavia decente con un fondamento appropriato, impostate la vostra macchina fotografica in modalità “Gap Priority” e impostate il vostro gap al numero minimo. Sulla maggior parte dei punti focali a lungo raggio dello shopper, lo scarto minimo è comunemente f/3,5, mentre sui punti focali a lungo raggio principali ed esperti, tende ad essere tra f/1,2 e f/2,8. Quando l’apertura è impostata sul valore più ridotto, scattare una foto del soggetto e indagare il retro LCD della fotocamera. Il soggetto dovrebbe essere al centro, mentre le fondamenta sono oscurate. Nel caso in cui si disponga di un punto focale decente, la bokeh dovrebbe essere delicata e soffice, guardando in modo soddisfacente all’occhio come appariva nel modello soprastante. I riflessi a rotatoria dovrebbero essere rotondi e delicati, senza bordi duri

.

Quali lenti creano il Grande Bokeh?

Ci sono numerosi punti focali che fanno un bokeh dall’aspetto straordinario. I punti focali più veloci con aperture a spigolo arrotondato, ad esempio, Nikon 85mm f/1.4G o Canon 85mm f/1.2 II USM rendono il bokeh straordinariamente bello. Anche la variante più economica di un punto focale simile – Nikon 85mm f/1,8G e Canon 85mm f/1,8 USM producono un bokeh eccellente. Ci sono un numero eccessivo di punti focali da elencare, quindi prescrivo di fare qualche altra ricerca sui vari punti focali, alla luce delle vostre esigenze fotografiche.

Altri esempi di Bokeh

Ecco alcuni esempi diversi di bokeh dall’aspetto straordinario: