Numerose organizzazioni oggi, in particolare in tutto il mondo, hanno molte applicazioni e framework separati (es. ERP, CRM) dove le informazioni che attraversano uffici o divisioni autorevoli possono, senza troppa fatica, diventare divise, copiate e, di solito, superate. Nel momento in cui ciò accade, prendere atto anche delle richieste più fondamentali, anche se basilari, riguardanti qualsiasi tipo di metrica di esecuzione o KPI per un business si trasforma proprio in agonia.

Trovare soluzioni a richieste essenziali, ad esempio, “chi sono i nostri clienti più vantaggiosi?”, “quali prodotti hanno i migliori margini?” o, a volte, “che numero di rappresentanti abbiamo”? diventano estremi per rispondere – o possibilmente con qualsiasi livello di precisione.

Fondamentalmente, la richiesta di dati esatti e opportuni è intensa e, al tempo stesso, fonte di incremento delle informazioni, supervisionarle in modo affidabile e stare al passo con le ultime novità, in modo che tutti i pezzi di business utilizzino dati simili è un test senza fine.

Per affrontare questa difficoltà, le organizzazioni si rivolgono all’ace information on the board (MDM).

CHE COS’È IL MASTER DATA?

La maggior parte dei sistemi software hanno liste di dati che sono condivisi e utilizzati da diverse delle applicazioni che compongono il sistema.

Per esempio: Un tipico sistema ERP avrà come minimo elenchi di dati anagrafici clienti, anagrafici articoli e anagrafiche clienti. Queste informazioni di punta sono spesso una delle risorse chiave di un’organizzazione. A dire il vero, non è irregolare per un’organizzazione ottenere fondamentalmente l’accesso alle informazioni dell’Asso Cliente.

Definizione semplice dei dati master

Uno dei progressi più significativi nella comprensione delle informazioni degli esperti è la conoscenza del testo. Per cominciare, ci sono alcune cose molto sicuramente conosciute ed efficacemente riconosciute come informazioni sugli ace, per esempio, “cliente” e “articolo”. In tutta onestà, molti caratterizzano le informazioni sugli ace solo presentando una lista di informazioni sugli ace, per esempio: cliente, oggetto, area, lavoratore e risorsa.

In ogni caso, il modo in cui si riconoscono i componenti delle informazioni che dovrebbero essere supervisionati da una programmazione MDM è molto più imprevedibile e resiste a tali semplici definizioni. Inoltre, ciò ha creato molto scompiglio intorno a cosa sia l’informazione dell’asso e come sia qualificata.

Per offrire una risposta progressivamente più ampia al tema di cosa sono i dati anagrafici”, possiamo dare un’occhiata ai 6 tipi di informazioni che si trovano regolarmente nelle partnership:

Informazioni non strutturate: Informazioni che si trovano in e-mail, libri bianchi, articoli di riviste, ingressi Intranet aziendali, dettagli degli articoli, promozione di assicurazioni e documenti PDF.

Dati Transazionali: Informazioni su occasioni d’affari (spesso identificate con scambi di quadro, ad esempio, transazioni, trasferimenti, sollecitazioni, biglietti per disagi, reclami e altre comunicazioni fiscali e non relative al denaro) che hanno registrato un’enorme quantità di informazioni o che sono necessarie per indagini da parte di quadri diversi.  I dati transazionali sono transazioni a livello di unità che utilizzano entità di dati anagrafici. A differenza dei dati anagrafici, le transazioni sono intrinsecamente temporali e istantanee per natura.

Metadati: Informazioni su altre informazioni. Possono risiedere in un archivio convenzionale o in strutture diverse, ad esempio, record XML, definizioni di rapporti, rappresentazioni di sezioni in un database, documenti di registro, associazioni e record di progettazione.

Informazioni variamente livellate: Informazioni che memorizzano le connessioni tra le altre informazioni. Possono essere messe via come caratteristica di un quadro contabile o indipendentemente come rappresentazioni di connessioni reali, per esempio, strutture autorevoli dell’organizzazione o offerte di prodotti. L’informazione progressiva è vista di tanto in tanto come un super spazio MDM, poiché è fondamentale per la comprensione e per trovare qua e là le connessioni tra le informazioni dell’asso.

Informazioni di riferimento: Un tipo speciale di dati anagrafici utilizzati per classificare altri dati o utilizzati per mettere in relazione i dati con informazioni che vanno al di là dei confini dell’impresa. I dati di riferimento possono essere condivisi tra oggetti di dati anagrafici o transazionali (ad es. paesi, valute, fusi orari, termini di pagamento, ecc.)

Dati principali: I dati del centro dati all’interno dell’impresa che rappresenta le proteste attorno alle quali si dirigono gli affari. Di solito cambia raramente e può incorporare informazioni di riferimento che sono importanti per far funzionare il business. I dati anagrafici non sono di natura valoriale, ma descrivono gli scambi. Le cose di base di un’impresa che l’informazione dell’asso copre, per la maggior parte, rientrano in quattro spazi e ulteriori ordini all’interno di queste aree sono chiamati rami di conoscenza, sottospazi o tipi di sostanza.