1. 1. Comprendere la circostanza specifica

Concentrarsi sull’esame logico (NON sull’indagine esplorativa) e sulla corrispondenza.

Per me, la comprensione dell’ambiente è legata all’essere comprensivi delle esigenze della situazione del vostro gruppo di spettatori come ambiente di lavoro. Devi metterti veramente dal loro punto di vista per vedere da dove vengono e fare del tuo meglio per rispondere alle loro richieste con la narrazione.

Nel libro stesso, vedrete come trasformare le vostre informazioni in dati che possono essere divorati da una folla di persone. Qui di seguito una breve rassegna di ciò a cui assomiglia:

A chi devo impartire?

Cosa devo sapere o fare per il mio gruppo di spettatori?

Come posso utilizzare i dati per giungere a una conclusione significativa?

2. 2. Scegliere un visore valido

Al giorno d’oggi, ci sono così tanti tipi di grafici che inondano in modo simile gli ambienti aziendali, ma solo una minoranza di essi si adatta alla maggior parte delle vostre esigenze.

A dire il vero, probabilmente non avrete bisogno di diagrammi per mostrare le vostre informazioni in casi specifici – solo un contenuto di base funzionerà.

In questo modo, la scelta di una visuale valida è solo particolare della visuale che si sceglie. Alcune immagini solitamente utilizzate (come proposto da Cole) nelle impostazioni aziendali incorporano contenuti semplici, tabelle, heatmap, diagrammi di punti e linee, barre, proprio come i territori.

La raffigurazione qui non è in alcun modo, forma o forma attraverso e vi prescrivo eccezionalmente di alludere al libro per ulteriori sottigliezze. Credetemi, vi piacerà!

3. 3. Smaltire il disordine

Davvero, Mess. Questo è tutto.

Per tutto il tempo siamo così infatuati dalle nostre immagini autocostruite, solo per riconoscere (o forse no) che ci sono così tante componenti visive in un diagramma solitario che consumano spazio ma non ampliano la comprensione del nostro gruppo di spettatori.

I cervelli delle persone hanno una misura limitata del potere di manipolazione mentale

Il disordine rende le immagini sempre più aggrovigliate e difficili da comprendere e, di conseguenza, la considerazione di un gruppo di spettatori può allontanarsi senza che noi vediamo, essenzialmente sulla base del fatto che ci troviamo in una condizione di doppia contrattazione che il nostro grafico funziona in modo simile a quello che si vuole che sia.

Scoprirete diversi modi pratici per affrontare il problema dell’espulsione pezzo per pezzo nel libro, osservando le esigenze di ogni singolo componente visivo.

Tenete a mente il lavoro – Compassione? Ogni componente visiva deve soddisfare la ragione di servire le esigenze di un gruppo di spettatori.

4. 4. Tieni conto di ciò che ti serve

Quando abbiamo scelto un visual di successo e abbiamo espulso tutto il disordine superfluo, è qui che dobbiamo dare un senso a come attirare la considerazione del nostro gruppo di spettatori.

Attirare la considerazione del nostro gruppo di spettatori è vedere come vedono e cooperano con i nostri scambi visivi, spesso in modo subliminale.

Cole ha presentato una risorsa straordinaria – Preattentive Credits per fare questo. Il suo notevole metodo per chiarire un argomento confuso è uno dei motivi fondamentali per cui amo questo libro.

5. 5. Avere una visione simile a quella di un Creatore

Pensate alla vostra percezione delle informazioni come ai vostri oggetti.

Creando le proprie immagini – Voilà! Attualmente si diventa architetti. Fantastico. Che ne dite di andare avanti?

Adottare il processo di pensiero di un fashioner nei vari punti focali è in generale molto consapevole di come le percezioni informative parlano con il vostro gruppo di spettatori e di come la folla comunica con le vostre immagini. La comunicazione tra questi due punti è la cosa che rende fenomenale la percezione dell’informazione.

Ci sono 3 componenti chiave esaminati nel libro, per essere specifici affordances apertura, e sentire. Allo stesso modo, il libro contiene anche altre procedure per raccogliere il riconoscimento dei vostri progetti visivi da parte di un gruppo di spettatori.

6. 6. Raccontare una storia

Ecco che arriva la parte narrativa dell’ultimo passo.

Immaginate di aver visto di recente un film incredibile e coinvolgente con una trama fenomenale. Ti sei fatto trascinare dalla storia che ti ha portato in un viaggio importante e che a lungo andare ha suscitato in te una reazione appassionata.

Appena qualche mese o anche dopo un anno, si potrebbe, in ogni caso, ricordare la trama in modo sorprendente.

Usate le storie per entrare in contatto con la nostra folla in modo genuino, in un modo che vada oltre ciò che la realtà può fare.

Mantieniti sul semplice.