Coursera Learner working on a presentation with Coursera logo and

Nvidia è stato il tema caldo agli eventi sull’IA che hanno preceduto il suo rapporto sui guadagni

Coursera Learner working on a presentation with Coursera logo and

La scorsa settimana, il capo tecnologico di OpenAI ha ringraziato personalmente il CEO di Nvidia, Jensen Huang, per aver fornito i chip avanzati necessari per eseguire l’ultima dimostrazione dei modelli di intelligenza artificiale. Allo stesso modo, alla conferenza annuale per sviluppatori di Google, il CEO di Alphabet, Sundar Pichai, ha sottolineato la partnership di lunga data con Nvidia, annunciando piani per l’utilizzo delle GPU Blackwell di Nvidia su Google Cloud all’inizio del 2025.

Questa settimana, Microsoft, fornitore di server per OpenAI, presenterà nuovi progressi nell’IA sviluppati sulle GPU di Nvidia alla sua conferenza Build. Mentre Nvidia si prepara per il suo rapporto trimestrale sui guadagni, l’azienda si trova in una posizione centrale nella scena tecnologica, con una capitalizzazione di mercato che supera i 2 trilioni di dollari. Gli analisti prevedono che Nvidia riporterà una crescita dei ricavi anno su anno di oltre il 200% per il terzo trimestre consecutivo, con un aumento previsto dei ricavi del primo trimestre del 243%.

Si prevede che gran parte dei ricavi di Nvidia derivi dal suo business nei data center, fornendo processori avanzati a giganti della tecnologia come Google, Microsoft, Meta, Amazon e OpenAI. Ci si attende che la redditività dell’azienda derivante dai suoi prodotti di intelligenza artificiale porti a un aumento significativo del reddito netto rispetto all’anno precedente. Le azioni di Nvidia hanno registrato una crescita sostanziale, con un aumento del 91% quest’anno a seguito di un triplicamento del valore nel 2023.

Gli esperti del settore paragonano la posizione di Nvidia nel mercato dell’IA al ruolo di Cisco durante la diffusione di Internet negli anni ’90. Prevedono che Nvidia esperimenterà cicli di crescita simili, con ricavi potenzialmente triplicati o quadruplicati nei prossimi anni. Grandi aziende tecnologiche come Google, Amazon, Microsoft, Meta e Apple prevedono di investire pesantemente nell’infrastruttura dell’IA, con una parte significativa diretta verso le chip di Nvidia.

OpenAI si affida alla tecnologia di Nvidia per il suo ultimo chatbot, il GPT-40, mentre Meta pianifica di incorporare 350.000 GPU di Nvidia nella propria infrastruttura di calcolo. Nonostante l’associazione storica di Nvidia con chip per giochi, l’azienda ha segnalato un periodo di crescita senza precedenti circa un anno fa, che si è poi accelerato. Tuttavia, gli analisti prevedono una decelerazione della crescita a partire dal secondo trimestre, con preoccupazioni sulla longevità del ciclo di investimento in intelligenza artificiale e la potenziale saturazione del mercato.

Nonostante le sfide potenziali, ci si aspetta che Nvidia mantenga una quota dominante nel mercato degli acceleratori di IA, anche mentre concorrenti come Google sviluppano chip personalizzati. Un’incertezza per Nvidia è la transizione verso le sue chip di intelligenza artificiale di prossima generazione, Blackwell, previste per il lancio entro la fine dell’anno. Gli analisti speculano su una potenziale pausa nell’acquisto di modelli più vecchi di GPU mentre i clienti attendono il rilascio delle chip basate su Blackwell.

lingue

Weekly newsletter

No spam. Just the latest releases and tips, interesting articles, and exclusive interviews in your inbox every week.